Alternanza scuola-lavoro: ecco perché è importante.

work-linked training

La settimana scorsa siamo stati molto felici di aver partecipato all’evento di presentazione finale del progetto di alternanza scuola-lavoro realizzato in collaborazione con UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE e l’Istituto Salesiano Beata Vergine di San Luca di Bologna.

Ruolo fondamentale per la realizzazione del progetto si deve a UCIMU- SISTEMI PER PRODURRE, l’Associazione dei Costruttori Italiani di Macchine Utensili che, a seguito dell’entrata in vigore della legge della “Buona Scuola”, ha dato vita al programma “Favorire nei Percorsi Scolastici la Conoscenza delle Eccellenze Manifatturiere Italiane”.

Gli obiettivi che UCIMU vede come indispensabili da raggiungere attraverso la partecipazione a questo tipo di progetto sono sia quelli di rafforzare il raccordo tra scuola e mondo dell’impresa sia quello di offrire agli studenti opportunità formative di alto e qualificato profilo per l’acquisizione di competenze spendibili sul mercato del lavoro.

Mostrare ai giovani le opportunità offerte al giorno d’oggi dal settore della macchina utensile è per loro una grande possibilità per creare un primo legame con le aziende del territorio, in vista di un futuro inserimento nel modo del lavoro, rispondendo così anche alla necessità sempre crescente da parte delle aziende di personale qualificato.

Accrescere le competenze dei giovani in ottica di un beneficio condiviso è possibile solamente grazie alla creazione di un contatto tra aziende e istituti tecnici, sfruttando al meglio queste opportunità di alternanza scuola-lavoro offerte dal ministero.

Da questo punto di vista, SAMP S.p.A. è da sempre molto attenta e disponibile ad accogliere giovani studenti per mostrare loro la realtà aziendale ed accrescere le competenze pratiche, utili per un veloce e soddisfacente ingresso nel mondo del lavoro.

Tutto il personale si adopera fin da subito ad accogliere al meglio i ragazzi instaurando con loro un reciproco rapporto di fiducia indispensabile per la buona riuscita del lavoro di squadra. Così gli allievi, oltre ad acquisire competenze tecniche, riescono a individuare i loro diversi interessi e a scoprire il loro potenziale.

Non resta che sottolineare il ruolo chiave che la scuola italiana riveste per la realizzazione di questa esperienza formativa riuscendo a coniugare la formazione teorica degli studenti con quella pratica.

L’incontro di ieri ci ha permesso ancor meglio di capire come l’Istituto Salesiano bolognese abbia da subito compreso l’importanza della sinergia tra la scuola e le realtà aziendali territoriali.  Nello specifico, la metodologia utilizzata all’interno dell’Istituto riesce con successo a soddisfare sia le esigenze formative degli studenti che le richieste aziendali di futuri tecnici specializzati.

Vorremmo concludere ringraziando ancora di cuore l’associazione UCIMU, l’Istituto Salesiano Beata Vergine di San Luca di Bologna e tutti i ragazzi e gli insegnanti che hanno partecipato con entusiasmo e determinazione al successo del progetto!