Contamination Lab UnivPM in visita a SAMP

Contamination Lab and SAMP

Il 25 maggio, 2016 una delegazioni di studenti membri del Contamination Lab dell’Università Politecnica delle Marche, UnivPM, ha visitato il nostro stabilimento produttivo di Bentivoglio (BO), Italia. Il gruppo era composto da studenti provenienti da anni accademici  differenti (triennale, specialistica, a ciclo unico e dottorato) e iscritti a diverse facoltà tra cui medicina, storia, economia e ingegneria. Contamination Lab è un progetto organizzato dall’UnivPM con lo scopo di promuovere la cultura dell’imprenditorialità, dell’innovazione e del fare, favorire l’interdisciplinarità e nuovi modelli di apprendimento, esporre gli studenti e i neolaureati a realtà e approcci differenti e ad un ambiente stimolante per lo sviluppo di progetti innovativi, a stretto contatto con manager ed imprenditori.

In questo contesto, abbiamo avuto il piacere di trascorrere un pomeriggio con alcuni di questi studenti, mostrandogli la complessità della realtà del gruppo SAMP. Massimo Maccaferri, presidente del GRuppo Industriale Maccaferri e di Eridania, ha accolto gli studenti con una presentazione sul Gruppo Industriale Maccaferri soffermandosi sui vari business di interesse delle società che lo compongono. Successivamente, i vari project managers delle quattro aziende (Sampsistemi, Samputensili Machine Tools, Samputensili Cutting Tools e Sampingranaggi), Giorgio Puggioli, Enrico Conte, Carlo Iurisci and Alessandro Trambaioli, hanno presentato i settori di businessm le applicazioni e le soluzioni di ciascuna società guidando gli studenti attraverso una interessante visita in produzione.  

SAMP crede nell’importanza della contaminazione, imprenditorialità e in una salda relazione tra il mondo accademico e quello lavorativo fin dai primi stadi. Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti gli studenti per il loro tempo e interesse mostrato all’azienda e auguriamo loro una meravigliosa carriera futura in qualsiasi settore che stanno per intraprendere.

Per maggior informazione sul progetto, cliccare qui

Alcune immagini